Dolori muscolo-scheletrici: come affrontarli

Come difendersi dai danni causati dal fumo
Novembre 6, 2021
visita dietologica roma
Qual è il giusto approccio alla dieta?
Marzo 14, 2022

Dolori muscolo-scheletrici: come affrontarli

Le cause riconducibili a problemi articolari e muscolari sono molteplici, e non sempre chi ne soffre riesce a individuarle con facilità. Se si avvertono dolori a spalle, ginocchia, schiena, anche, piedi, mani, polsi ecc. non bisogna sottovalutarli, poiché potrebbero essere dovuti a patologie che, se trascurate, in alcuni casi creano ulteriori problemi, mentre in altri si cronicizzano condizionando la vita delle persone. In presenza di tali disturbi è quindi opportuno rivolgersi a uno specialista, l’ortopedico, il quale oltre a fare delle ipotesi sulle possibili cause, prescriverà degli esami da eseguire che gli consentiranno di definire una diagnosi e la relativa cura. Inoltre, qualora fosse necessario, tale specialista interverrà chirurgicamente per risolvere il problema.

Quando è opportuno rivolgersi a un ortopedico?

I problemi del sistema muscolo-scheletrico (che comprende ossa, articolazioni e muscoli) possono essere congeniti, come nel caso delle malformazioni, o funzionali. I disturbi si possono manifestare in modo diffuso o localizzato, e le cause possono essere molteplici e a volte non intuitive. Ad esempio un dolore alla schiena potrebbe essere un sintomo iniziale di una spondilite anchilosante, ovvero una malattia infiammatoria cronica che colpisce principalmente la colonna dorsale, cervicale e lombare; quello che potrebbe sembrare un semplice dolore al ginocchio, potrebbe essere in realtà uno dei sintomi di un’altra malattia cronica, ossia l’artrite; posture scorrette sono all’origine di patologie come scoliosi, protrusioni ecc.
Quando è opportuno consultare un ortopedico? Non solo se si subisce un trauma a causa di un incidente, se compaiono gonfiori o lividi in seguito a una caduta, ma anche se si avvertono dolori articolari costanti o ricorrenti, mal di schiena o difficoltà a stare in posizione eretta, in presenza di deformazioni delle articolazioni, mal di collo o semplicemente se si avvertono dolori articolari nel compiere attività quotidiane come scendere dal letto, salire le scale, portare le buste della spesa o dopo aver fatto una passeggiata.
Poiché le parti del corpo interessate sono numerose, in questo articolo concentreremo la nostra attenzione sulle problematiche relative a spalla e ginocchio.

Dolori al ginocchio: possibili cause

Il dolore al ginocchio (detto tecnicamente gonalgia), che può essere più o meno intenso, è molto comune e si manifesta in caso di traumi o come sintomo di una patologia, e può riguardare persone di ogni età. Le parti del ginocchio che potrebbero causare questo disturbo sono: legamenti o ossa, tendini o cartilagine. Inoltre in alcuni casi il dolore non è dovuto a un problema al ginocchio, ma potrebbe derivare da problematiche che riguardano anche, colonna vertebrale, piedi o la postura.
Le possibili cause del dolore al ginocchio sono numerose e in genere riconducibili a:

  • traumi (con conseguente lesione del menisco o dei legamenti, fratture ossee, lacerazione del tendine rotuleo, dislocazione della rotula, borsiti emorragiche);
  • sindrome da sovraccarico funzionale (dovuta a sollecitazioni eccessive e ripetute di tendini, muscoli, legamenti e cartilagini);
  • artrite (malattia infiammatoria cronica, autoimmune, che può manifestarsi in persone di qualsiasi età);
  • artrosi (patologia degenerativa cronica che colpisce persone di età superiore ai 50 anni, riconducibile all’usura delle articolazioni);
  • in soggetti giovani il dolore al ginocchio può essere dovuto a squilibri nella crescita.

L’ortopedico potrà fare delle ipotesi sulle possibili cause del dolore al ginocchio, tenendo conto di fattori quali la localizzazione del disturbo ossia se interessa la parte anteriore, posteriore o laterale del ginocchio; se la parte interessata oltre ad essere dolorante è anche arrossata o gonfia. Tuttavia, per definire una diagnosi precisa e la relativa cura da seguire il medico chiederà al paziente di sottoporsi a indagini strumentali come la Radiografia e la Risonanza Magnetica.

Dolori alla spalla: da cosa possono dipendere?

Un altro dolore molto diffuso, e più o meno invalidante a seconda dell’intensità, è quello che riguarda una o entrambe le spalle. Al dolore spesso si associano difficoltà a fare determinati movimenti, infiammazione, muscoli contratti. Come nel caso di quello al ginocchio, anche il dolore alla spalla può essere il sintomo di una patologia, derivare da un trauma, da ripetute sollecitazioni o da posture scorrette.
Le cause sono diverse e fra le più frequenti ci sono:

  • traumi (che comportano lesioni più o meno importanti come lussazioni, fratture, lesioni dei tendini, borsiti e tendiniti);
  • patologie come: artriti (ad es. l’artrite reumatoide), capsulite adesiva (che riduce il movimento articolare della spalla), infiammazione dei tendini e delle parti molli dell’articolazione della spalla, artrosi (progressiva degenerazione del funzionamento dei cuscinetti di cartilagine presenti fra le articolazioni scapolo-omerali);
  • sforzi cronici che possono causare tendiniti.

Se si avverte un dolore alla spalla per diversi giorni, è opportuno consultare un ortopedico e sottoporsi agli eventuali esami necessari per stabilire una diagnosi e la cura da seguire.

Presso il Poliambulatorio Venere potete prenotare in tempi brevi una visita ortopedica e gli eventuali esami diagnostici richiesti dallo specialista.
Per info e prenotazioni potete chiamarci ai seguenti recapiti telefonici: 06 6152361371 3400723. È possibile contattarci anche mediante WhatsApp, Facebook o Messenger.