Poliambulatorio Venere: la tutela della salute è assicurata
Luglio 2, 2020
Bellezza della pelle: i trattamenti di Medicina Estetica consigliati
Settembre 21, 2020

Infiammazioni articolari: prevenzione e cura

Avete dei dolori articolari? Temete di soffrire di reumatismi?

Il modo migliore per trovare una soluzione per contrastare le infiammazioni articolari è una diagnosi precoce e mirata.

Il Poliambulatorio Venere, attraverso la Diagnostica per Immagini, consente ai propri pazienti di avere tempestivamente delle diagnosi precise e non invasive.
Parliamo di Ecografie 2D e 3D, Risonanza Magnetica Aperta, RX Radiografie, MOC-DEXA e Color Mapping.
Questi esami, associati a una visita specialistica (ortopedica, reumatologica ecc.), vi consentiranno di avere delle risposte e di disporre della cura più adeguata per contrastare eventuali patologie a carico delle articolazioni.
Ovviamente per altre patologie sono disponibili esami diagnostici come: Mammografia 2D e 3D (con tomosintesi) e Ortopanoramica.

Prevenire è meglio che curare…

Se è importante curare una malattia nel momento in cui ci viene diagnosticata, non dimentichiamo che è altrettanto fondamentale puntare sulla prevenzione.
È ormai noto quanto sia importante avere un’alimentazione sana ed equilibrata per il corretto funzionamento del nostro organismo. Partendo da questo presupposto, vediamo insieme come orientarci nella scelta dei cibi che ci possono aiutare a prevenire o, qualora ci fossero già state diagnosticate, contrastare patologie infiammatorie.

Alimenti da prediligere per prevenire le infiammazioni

È una buona abitudine associare al piacere della tavola la consapevolezza che quello che stiamo mangiando è anche salutare.
Se parliamo in particolare delle patologie infiammatorie, dei validi alleati del nostro organismo sono: i cereali (soprattutto integrali), l’olio extravergine d’oliva, ormai noto per le sue molteplici proprietà organolettiche, alcuni tipi di frutta e verdura (in particolare i frutti rossi), spezie ecc.
Alcuni di quelli che invece vanno assunti con moderazione, poiché favoriscono l’insorgere di infiammazioni, sono: i carboidrati raffinati e gli zuccheri; carne e latticini, a causa del loro alto contenuto di acido arachidonico, agente infiammatorio.

Analizzeremo insieme alcuni cibi da consumare per prevenire le infiammazioni, sottolineandone nello specifico le proprietà. Vi daremo inoltre qualche piccolo suggerimento, per trarne beneficio al meglio.

Olio extravergine d’oliva

Re della cucina mediterranea, l’olio extravergine d’oliva oltre ad aggiungere un tocco inconfondibile alle nostre pietanze, ha un’azione antinfiammatoria grazie al suo contenuto di oleocantale. Questa sostanza ha delle proprietà analgesiche e antinfiammatorie non molto diverse da quelle dell’ibuprofene, elemento utilizzato nei farmaci antinfiammatori.
Ovviamente prediligiamo un olio evo di qualità, per essere certi che siano state preservate al meglio le proprietà organolettiche dei frutti dell’ulivo durante la lavorazione.

Semi di lino per contrastare le infiammazioni articolari

Sono numerose le proprietà benefiche dei semi di lino, che grazie al loro contenuto di Omega-3 hanno un potere antiossidante che permette di contrastare l’invecchiamento cellulare, riducono il livello di colesterolo LDL (il cosiddetto colesterolo “cattivo”), mentre favoriscono l’aumento di quello “buono”, ossia l’HDL.
Inoltre, grazie alla loro azione antinfiammatoria, contrastano principalmente i dolori reumatici, ma sono anche una valida difesa delle vie urinarie.
I vantaggi non finiscono qui: i semi di lino svolgono anche un’azione rinforzante per il sistema immunitario.
Un piccolo accorgimento per garantirne al meglio l’assorbimento da parte dell’organismo è quello di tritare i semi prima di consumarli. Possiamo aggiungerli come ingredienti a pane, biscotti e non solo.
Una valida alternativa è assumerli sotto forma di olio.

Problemi di artrite? I frutti rossi verranno in vostro soccorso!

Fragole, mirtilli, fragoline di bosco, more, lamponi, ribes, ciliegie e amarene appartengono alla categoria dei frutti rossi. Questi frutti hanno numerosi nutrienti, che li rendono estremamente salutari per l’organismo.
Oltre a essere ricchi di fibre e acqua, contengono sali minerali come calcio, ferro, fosforo, potassio, magnesio e vitamine dei gruppi A, B1, B2 e C. Sono depurativi e diuretici.
L’alto contenuto di polifenoli li rende dei validi alleati nel contrastare l’azione dannosa dei radicali liberi, e nella prevenzione delle malattie cardiovascolari e dei tumori.
Le loro proprietà antinfiammatorie sono inoltre benefiche per chi soffre di artrite.
Un piccolo accorgimento: anche se questi frutti sono disponibili in commercio tutto l’anno, il periodo in cui crescono spontaneamente e possono essere quindi gustati al meglio va dalla primavera all’estate.
Durante queste stagioni approfittate quindi per fare delle passeggiate in montagna, così da associare all’attività fisica il piacere di raccogliere questi frutti preziosi.

Sì ai cereali, purché siano integrali

I cereali disponibili in commercio sono numerosi, ma è preferibile prediligere quelli integrali, poiché sono ricchi di ferro, fosforo e vitamine del gruppo B. Contengono inoltre molte fibre, che facilitano il transito intestinale. In particolare il riso integrale è ricco di tricina, un polifenolo che ha poteri antinfiammatori.
Perché prediligere i cereali integrali? Perché gran parte di questi nutrienti si perdono con i processi di raffinazione.
Un consiglio: è preferibile acquistare i cereali integrali biologici, per essere certi che il loro strato esterno non sia stato esposto a sostanze nocive per l’organismo.

Il pesce azzurro e le sue proprietà

Alla categoria del pesce azzurro appartengono diversi tipi di pesce (alici, aringhe, merluzzo, salmone, sgombro, ricciola, solo per citarne alcuni), che hanno numerose proprietà nutritive fra le quali spicca un alto contenuto di Omega-3.
Tra i numerosi vantaggi che derivano dall’assunzione di questi acidi grassi essenziali c’è l’elevato potere antinfiammatorio degli Omega-3, che aiuta a contrastare infiammazioni articolari come l’artrite e l’artrite reumatoide. Aiutano a prevenire diverse malattie, come ad esempio l’Alzheimer, e a contrastare alcune forme di tumore.
Diamo quindi spazio nella nostra alimentazione al pesce azzurro, utile anche a ridurre i trigliceridi nel sangue e a prevenire le malattie cardiovascolari.
All’assunzione di pesce si può affiancare quella dell’olio di pesce.

Il potere antinfiammatorio delle spezie

Usate per condire le pietanze o assunte sotto forma di tisane, ci sono diverse spezie che hanno un potere antinfiammatorio sull’organismo.
Quali sono? La salvia, il timo, l’origano, il rosmarino (usate per aromatizzare primi o secondi piatti).
L’origano, in particolare, contiene fenoli e sali minerali come potassio, ferro e calcio.
Ha inoltre la vitamina C, che contrasta infezioni, infiammazioni e l’effetto dannoso dei radicali liberi.
Ci sono poi la cannella (in genere usata nella preparazione di dolci), lo zenzero e la curcuma, che troviamo, fra l’altro, come ingrediente di diverse tisane.
Il potere antinfiammatorio dello zenzero può aiutare a contrastare reumatismi e dolori articolari.

Aiutatevi quindi con una corretta alimentazione a tenere lontane le infiammazioni articolari, non dimenticando però che, in caso di disturbi infiammatori, una diagnosi precoce e una cura mirata vi consentiranno di guarire o, in caso di patologie croniche, di alleviare i sintomi.
I nostri specialisti, e le nostre strumentazioni all’avanguardia per la diagnostica, sono a vostra disposizione per garantirvi cure adeguate e attenzione alle vostre esigenze.

Per prenotare esami o visite specialistiche contattateci ai seguenti numeri: 06 6152361371 3400723.