La Mammografia con Tomosintesi: un esame diagnostico per la prevenzione del tumore al seno - Poliambulatorio Venere Roma

La Mammografia con Tomosintesi: un esame diagnostico per la prevenzione del tumore al seno

Mammografia roma
Mammografia: ogni quanto farla e perché?
Giugno 6, 2019
prevenzione tumore seno
Intervista ad una cliente del centro: cosa dicono di noi!
Giugno 17, 2019
Mostra tutto

La Mammografia con Tomosintesi: un esame diagnostico per la prevenzione del tumore al seno

mammografia con tomosintesi roma

Si sente parlare spesso di mammografia con Tomosintesi, di mammografia 3d e di come sia un esame diagnostico a scopo preventivo più efficace della normale mammografia.

Che cosa è la mammografia con Tomosintesi:

La mammografia 3D con Tomosintesi è una tecnologia di ultima generazione che permette la scansione dei seni.

La mammografia con Tomosintesi consente di analizzare la mammella scomponendola in tante parti di piccolo spessore e di evidenziare in maniera più precisa e accurata, anche piccole alterazioni indicative di un tumore al seno.

A chi è consigliata la mammografia con Tomosintesi?

È consigliata a tutte le donne con seno denso e a quelle con disturbi di sovrapposizioni ghiandolari che possono creare o nascondere patologie non altrimenti visibili e che possono generare dubbie interpretazioni diagnostiche.

È consigliato lo svolgimento di mammografie regolari e di controllo a tutte quelle pazienti over 35 che sono giudicate a rischio tumore per ereditarietà genetica. Al di sotto di questa soglia di età, a meno che non sia una richiesta espressa del radiologo, si preferisce l’ecografia come strumento di supporto diagnostico.

Quanto dura una mammografia con Tomosintesi:

La mammografia con Tomosintesi dura solo qualche minuto in più rispetto alla tradizionale mammografia digitale.

Mammografia digitale con Tomosintesi: come si svolge

La mammografia con Tomosintesi è un esame di breve durata che si svolge posizionando il seno della paziente tra due lastre, posizionate in base all’altezza della persona, che effettueranno una piccola compressione sulle mammelle, per permettere l’ottenimento di informazioni dettagliate dello stato di salute dei seni.

La compressione dei seni non provoca nessun danno ai tessuti e nessun fastidio.

Riassumendo, vediamo insieme quali sono i punti di forza della mammografia con Tomosintesi:

  • La Mammografia con Tomosintesi permette lo studio della mammella a strati, evidenziando in maniera più precisa e accurata, anche alcune delle piccole alterazioni che sono indicative di un tumore al seno.
  • La senologa ha a disposizione immagini più nitide ed accurate in modo da poter fare una diagnosi più precisa.
  • Vi è una maggiore sensibilità e accuratezza diagnostica

In un ambito così delicato Poliambulatorio Venere ha deciso, fin da quando ha aperto, di dotarsi dello strumento più moderno e tecnologicamente avanzato presente sul mercato, la mammografia con Tomosintesi.

La mammografia tridimensionale, dati alla mano, ha portato ad un aumento del 41% nell’individuazione dei tumori maggiormente invasivi e, se individuato precocemente il tumore della mammella, permette una ottima prognosi.